Visualizzazioni totali

giovedì 12 luglio 2012

Alla fine andrà tutto bene. se non andrà bene non è la fine...

John Lennon. Un personaggio da me molto stimato che di certo non buttava via parole. Lui le utilizzava come arma. Un'arma contro l'odio e l'indifferenza, contro la gente ignorante e ottusa, gente che portava i paraocchi, ma non fatti di ferro o cuoio. Fatti di razzismo, di principi morali troppo rigidi e di etichette attaccate per forza. Nella vita bisogna osare, aggiungere un pizzico di colore al grigio della società, perché ci plasma tutti uguali. Guardando la realtà sembra quasi di vedere un video,famoso e veritiero, che è quello di " another brick in the wall" dei pink Floyd in cui tutti sono coniati con gli stessi vestiti e le stesse facce. Ribellarsi. Una parola che fa paura a molti ma da usare soprattutto in questi tempi, dove non possiamo permettere di diventare un altro mattone nel muro. e una volta che questo muro sarà completo...verrà abbattuto. meglio quindi non farlo sorgere, così da non pagarne le consguenze

Nessun commento:

Posta un commento