Visualizzazioni totali

martedì 29 marzo 2011

Il Fiore di fuoco capitolo 1

"La mia nuova vita"

Phoenix, Arizona anno 2040.

"Da quella tragica notte sono passati tredici anni,e tutto questo tempo l'ho passato in un orfanotrofio, ma finalmente oggi sono di nuovo libera."
Furono queste le parole che scrissi nel mio diario la mattina del giorno in cui i miei nuovi genitori mi vennero a prendere all'istituto.
Dalle foto che mi avevano inviato sembravano delle brave persone.
Dopo la mia brutta esperienza, avevo sempre avuto problemi a fidarmi della gente, ma con Jennifer e James era diverso, loro mi infondevano fiducia, i loro visi mi facevano sentire al sicuro.
" Erin, i tuoi nuovi genitori ti stanno aspettando al piano di sotto" disse una delle inservienti che lavoravano li'.
Sorrisi e mi precipitai dalle scale.
Arrivata al piano di sotto vidi Jennifer e James e il loro figlio Ray ad aspettarmi.
" ciao" mi disse Jennifer. "ciao" risposi con un sorriso.
La osservai con molta attenzione, i suoi occhi verdi mi studiavano... Era inquetante, sentii il sangue ghiacciarsi nelle vene.
Ray si avvicino' " lascia, la prendo io la tua valigia." mi disse; lo guardai con interesse, i suoi occhi erano di uno stranissimo color oro, ma aveva uno splendido sorriso!
" Ne sei sicuro? La mia valigia pesa una tonnellata!" " non preoccuparti, sono forte"
Ray afferro' la valigia e la porto' in macchina caricandola senza fatica.
Io salii sul sedile posteriore e mi misi ad ascoltare della musica, chiusi gli occhi e con la mente tornai a "quella" notte, ripensai a cio' che avevo fatto, a come solo con la forza del pensiero appiccai il fuoco.... e di come la casa dei mostri brucio' come un ciocco nel focolare.
Con gli anni avevo imparato a gestire la mia particolare dote: dovevo solo concentrarmi e visualizzare le fiamme.
Le stesse apparivano e cambiavano colore a seconda del mio umore.
Fui ridestata dai miei pensieri quando Ray mi sfilo' gli auricolari del mio vecchissimo e amato Ipod; lo guardai infastidita. " siamo arrivati" disse gentilmente.
Scesi dall'auto e vidi la mia nuova casa; rimasi a bocca aperta: Era stupenda, da fuori sembrava enorme. " Ti piace? " mi chiese Jennifer " E' meravigliosa" risposi.
Entrammo in casa e Jennifer mi accompagno' di sopra, apri'una porta dicendomi: " ecco la tua nuova camera"

lunedì 28 marzo 2011

Amiche e libri.

Sto scrivendo un libro insieme a delle mie amiche.
Una volta pubblicato mi potreste dire cosa ne pensate?
Grazie.Un altra cosa...Devo anche fare un disegno per la copertina...qualcuno di voi mi può aiutare?? grazie in anticipo.
IL FIORE DI FUOCO.
BY nasty,sasi,debby.

Prefazione:
Phoenix, Arizona, anno 2027.

Quando scoprii realmente chi fossi, avevo solo 3 anni, abbandonata dai miei genitori davanti ad una casa, quando avevo soltanto 2 giorni.
Ero cresciuta con delle persone orrende.
Fino a quel fatidico giorno non sapevo che da Al di fuori di quel posto schifoso ci fosse un mondo, io ero cresciuta in una stanza legata ad una sedia.
Il perche' non lo sapevo.
La mia matrigna continuava a ripetermi che ero un mostro, il marito si limitava a picchiarmi tutte le sere, quando tornava a casa ubriaco.
Ma quella sera....
Le cose andarono diversamente; Il mio patrigno era tornato a casa piu' ubriaco del solito e si era dimenticato di legarmi, cosi aspettai che si addormentasse e sgattaiolai al piano di sotto.
Pregai con tutta me stessa che Lily si fosse addormentata sul divano davanti la TV, ma sfortunatamente per me era ancora sveglia.
Quando mi vide ando' su tutte le furie, chiamo' suo marito che barcollando si precipito' giu' per le scale con in mano la pesante catena di ferro nero che fino a quella sera mi aveva sempre imprigionato.
Cominciai ad urlare con tutta la voce che avevo, mi sorpresi, ma loro piu' di me.
i Mostri cominciarono a urlare " sta zitta!!" .
Lucas mi afferro' per una caviglia facendomi cadere, cercai di aggrapparmi a tutto cio' che incontravo.
Un pesante vaso di ceramica rotolo' verso di me, lo afferrai e lo scaraventai contro di lui, centrandolo in pieno.
Lui svenne... e di quello che successe dopo ricordo pochissimo.
L'unica cosa che so' e' che quando mi svegliai ero in un letto d'ospedale, attaccata a dei respitarori artificiali.
Restai in ospedale 2 mesi, poi venni trasferita in un orfanotrofio, dove restai fino all'eta' di 16 anni.

Domani capitolo 1 :)

giovedì 17 marzo 2011

Happy birtday Italia!!

Tanti auguri alla nostra vecchia (150) Italia!!
Se posso seprimere un parere,credo sia uno dei paesi più belli..
Monumenti spettacolari, mari da sogno, culture , dialetti, folklore..
This is the ITALY!!
Tutto ciò lo dobbiamo solo a l'uomo rosso, il paladino che fece di tutti i ritagli un unica meravigliosa coperta a tre colori.
Quindi bè...che dire...
AUGURI ITALIA!!


P.s il disegno è stato fatto da me con pastelli e matita,poi ricolorato con ART rage.

CIAO sasi

mercoledì 2 marzo 2011

una ammiratrice


Ho una mia amica che è molto fan di Ros@ l@ Barber@ ovvero colei che disegna le Pixie e le Winx.
Vorrebbe mandarti un saluto e ti dice che sei grande e mitica.
Lei ti stima e da piccola aveva tutta la serie dei Gadget delle fatine.
Ti chiede un autografo...
Me lo disegni e lo metti sul tuo blog così lo stampa???
Perfavore??????? se si grazie.
Se è possibile anche di una winx...Grazie in anticipo ;)


SASI E LOLA <3